IL DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO E LA SELETTIVITÀ ALIMENTARE

IL DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO E LA SELETTIVITÀ ALIMENTARE

IL DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO E LA SELETTIVITÀ ALIMENTARE

La selettività alimentare è comune nei bambini con autismo. Gli interventi proposti hanno incluso procedure come lo stimulus fading, il rinforzo e l’estinzione alla fuga. Di che cosa si tratta esattamente? Qual è la prevalenza? Quali sono i rischi per la salute? Quali possono essere le cause e quali sono le terapie più efficaci per […]

INSEGNARE IL COMPORTAMENTO VERBALE A BAMBINI CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO: IL “VERBAL BEHAVIOR”

INSEGNARE IL COMPORTAMENTO VERBALE A BAMBINI CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO: IL “VERBAL BEHAVIOR”

Per poter stilare programmi di insegnamento efficaci per lo sviluppo delle competenze verbali in bambini con “Disturbo dello spettro autistico (ASD)” è utile conoscere lo sviluppo del linguaggio verbale secondo la teoria comportamentale di Skinner, definita “Verbal Behavior”. Secondo tale teoria il comportamento verbale è un comportamento appreso tramite la mediazione di un’altra persona e […]

IL DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO E L’ANALISI DEL COMPORTAMENTO APPLICATA

IL DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO E L’ANALISI DEL COMPORTAMENTO APPLICATA

“Applied Behavior Analisys – ABA” (in italiano “Analisi del Comportamento Applicata”): si sente spesso parlare di tale tipologia di intervento, soprattutto in relazione ai “Disturbi dello Spettro Autistico”.ù Di che cosa si tratta esattamente? Quali sono le sue origini? Quando si ritiene utile applicare tale tipologia di trattamento e per quali tipologie di disturbo? Quali […]

LA DISFONIA INFANTILE

LA DISFONIA INFANTILE

La disfonia è un’alterazione della voce parlata e nell’infanzia solitamente è caratterizzata da un comportamento di sforzo vocale molto importante che si accompagna a diversi sintomi quali raucedine, abbassamento del volume della voce e un timbro vocale più grave. Si stima che la disfonia infantile abbia un’incidenza tra il 6% ed il 9%, ma molto […]

SQUILIBRIO MUSCOLARE ORO-FACCIALE (SMOF)

Scopriamo insieme il mondo dello Squilibrio Muscolare Oro-Facciale (SMOF)

“🌟 Scopriamo insieme il mondo dello Squilibrio Muscolare Oro-Facciale (SMOF)! 🧘‍♂️Questa condizione coinvolge le strutture bucco-facciali e le funzioni orali, come respirazione, masticazione e deglutizione. Sorprendente, vero? 😯 Si stima che il 38% della popolazione generale, salendo all’81% nei più giovani, sia affetto da questa alterazione.   🤔 Ma cosa può scatenare lo SMOF? Da […]

Balbuzie: Cos’è? Come e quando intervenire? Falsi miti…

Balbuzie

La balbuzie è un disturbo della fluenza verbale: chi parla sa cosa vorrebbe dire ma fatica a dirlo a causa di involontari arresti, prolungamenti e ripetizioni. Le cause della balbuzie non sono, ad oggi, certe. Le più accreditate ricerche scientifiche evidenziano la presenza di una predisposizione genetica: i bambini iniziano a balbettare perché sono geneticamente […]

Pronti per la scuola primaria? I prerequisiti degli apprendimenti scolastici

Secondo numerosi studi, l’acquisizione degli apprendimenti scolastici si realizza grazie ad una serie di abilità specifiche che riguardano differenti funzioni cognitive quali l’attenzione, la memoria, la percezione, il linguaggio e la programmazione motoria. In letteratura tali abilità vengono definite prerequisiti o precursori degli apprendimenti scolastici. Attraverso la graduale maturazione ed integrazione dei prerequisiti, ogni bambino […]

Difficoltà di linguaggio: e dopo i 3 anni?

Difficoltà di linguaggio

Il Disturbo di Linguaggio consiste in una difficoltà nel comprendere e/o produrre il linguaggio a livello verbale secondo diversi livelli. Solo a partire dai 3 anni di età è possibile effettuare una diagnosi di disturbo di linguaggio, qualora il bambino manifesti delle difficoltà a uno o più livelli. È importante sottolineare che questo limite temporale […]

Come imparano a parlare i bambini

Come imparano a parlare i bambini

Non di rado ci capita di confrontarci con genitori preoccupati per lo sviluppo linguistico dei propri figli prima che effettivamente ci siano fattori che possano indicare una difficoltà. Probabilmente ciò avviene anche perché le tappe di sviluppo vengono spesso indicate come momenti precisi in cui categoricamente debbano avvenire dei cambiamenti, ma non sempre è così. […]