Ogni bambino nasce "compiuto" ...anche nel non essere perfetto; la vita, le persone e le cose che accadono possono farlo soffrire, avvilire ed apparire non più "a posto" ...ma lui lo è!

E il mio compito è quello di non dimenticarlo mai! 

Cecilia Bartolucci

 

Con il termine infanzia si fa riferimento alla prima fase di vita dell’essere umano, al periodo che va dalla nascita all’ingresso nell’adolescenza. I primi anni di vita del bambino risultano essere di fondamentale importanza per lo sviluppo del suo sistema cognitivo, affettivo e sociale e, più in generale, per la definizione della propria personalità.

Una caratteristica degli adolescenti è la disarmonia e la molteplicità degli ego in costante lotta tra loro. L’articolazione e l’integrazione tra di essi permette il conseguimento della maturità.

Luigi Baldascini

 

Il “Centro Amaltea” rivolge particolare attenzione all’adolescenza, delicata età di transizione tra infanzia e vita adulta.

L’adolescenza si presenta al ragazzo come una metamorfosi in cui, sia il corpo sia la mente, lasciano un nido di sicurezze e prendono il volo verso un orizzonte in cui sono richieste nuove forme di adattamento e di comportamento. Il giovane, cresciuto all’interno del nucleo familiare, ha sviluppato schemi relazionali che poi ha portato nei suoi primi approcci scolastici e sociali e anche lì ha consolidato condotte e ha appreso concetti che vanno a far parte del suo essere unico e irripetibile.

La costruzione di un legame prende l’avvio dal “come” ci si è “differenziati” da quello con la famiglia di origine e dal bisogno di ritrovare nella nuova relazione elementi che si differenziano ma contemporaneamente ricordino la relazione precedente.

Renato Capacci

 

Il “Centro Amaltea” propone consulenze alla coppia finalizzate ad individuare possibili difficoltà nella modalità di interazione presenti e acquisire nuove modalità relazionali che promuovano il cambiamento per il benessere della stessa. L’intervento che il “Centro Amaltea” propone non è quindi finalizzato unicamente a superare le difficoltà, quanto piuttosto ad imparare un modo di nutrire il legame affettivo, per poter vivere la relazione in modo più costruttivo e soddisfacente.

Il terapeuta, piuttosto che cercare le spiegazioni e fornirle alla famiglia, è preferibile che, insieme con lei, vada ad esplorare quel passato, a cercare reperti o anche analogie con l’oggi. Egli non propone una sua verità, alla quale la famiglia dovrebbe adattarsi, non insegna principi etici o morali, non persegue un obiettivo di “salute o funzionalità”. Cerca semmai, attraverso una “libera ricostruzione”, nuove possibili “possibilità"

Corrado Bogliolo

 

Attento alle dinamiche familiari nella loro complessità e globalità, il “Centro Amaltea” propone consulenza e sostegno psicologico agli individui e alle famiglie che si trovino a vivere una situazione particolarmente difficoltosa e più o meno stabile nel tempo.

La struttura familiare costituisce l’invisibile insieme di richieste funzionali che determina i modi in cui i componenti della famiglia interagiscono” (Minuchin 1974).

Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico.

Informativa completa.

© 2017 Centro Polifunzionale Amaltea. All Rights Reserved.