Logo Amaltea
Scritta in alto
facebook

Progetti attivabili a Scuola

Costruzione del PEI mediante il “Quaderno dei Miei Talenti”

Il Quaderno dei Miei Talenti non è solo un questionario osservativo che permette con agilità di compilare un programma realmente individualizzato per l’alunno, ma è un vero e proprio progetto di lavoro completo che comprende la presa in carico dell’alunno diversamente abile da parte dell’insegnante (validamente utilizzabile anche per l’alunno a sviluppo tipico), la consultazione con genitori ed esperti, la progettazione collaborativa attorno al Tavolo dei Talenti e la verifica intermedia, da parte della scuola, dell’evoluzione del Profilo dei Talenti e della effettiva validità del progetto redatto per poter apportare, eventualmente, aggiustamenti in corso d’opera.

Sportello di Psicologia Scolastica e osservazione della classe

La scuola è un organismo vivente, un sistema complesso di relazioni ed interazioni tra le parti e il tutto.
La relazione insegnante/bambino/genitore rappresenta una risorsa per i percorsi di crescita ed i processi di apprendimento nelle condizioni normali e di rischio.
Per questo motivo migliorare le relazioni all’interno del sistema scolastico significa migliorare l’adattamento scolastico e socio-emotivo dei bambini e favorirne il benessere psico-fisico, condizione fondamentale per l’apprendimento e la formazione della personalità di ogni alunno.

Progetto di sensibilizzazione al fenomeno del bullismo

Il fenomeno del “bullismo”, le difficoltà comportamentali e i comportamenti antisociali o devianti sono dinamiche sempre più conosciute e presenti già in età scolare, configurandosi poi come vere e proprie patologie in pre-adolescenza e adolescenza.
La scuola deve essere necessariamente pensata come luogo fondamentale di apprendimento di tutti gli aspetti che accompagnano la crescita e l’evoluzione del giovane studente, sia da un punto di vista cognitivo che affettivo allo scopo di maturare lo stato di benessere della propria esistenza in quanto singoli individui e del proprio senso e ruolo sociale nella relazione con gli altri. Ecco perché parte del progetto sarà dedicata al vissuto esperienziale del gruppo in formazione e successivamente degli studenti stessi.

Conoscere e imparare attraverso gli animali

Fin dai tempi più antichi gli animali sono stati compagni importanti per l’uomo, che al loro fianco ha potuto realizzare obiettivi altrimenti inimmaginabili.
Il processo di domesticazione va dunque considerato patrimonio dell’umanità.
Al di là della loro utilità, comunque, gli animali hanno anche un valore che scaturisce direttamente dalla specificità delle relazioni che li vede protagonisti.
Il rapporto con l’animale è fondamentale soprattutto per il bambino, che ne beneficia lungo tutto il corso del proprio sviluppo.
Dagli anni ’80 si è iniziato quindi a prendere in considerazione non solo l’importanza di educare ad un corretto rapporto con l’animale, ma di utilizzare queste valenze di relazione ai fini educativi e didattici.
È nata così la zooantropologia didattica, che si pone come obiettivo la valorizzazione della relazione tra bambino e animale attraverso progetti specifici che consentano di applicarne i contenuti ai bisogno formativi.